Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento del sito ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.

        

La Neve e Ghiaccio sono fenomeni che caratterizzano la stagione invernale e che possono causare, tra gli effetti principali, problemi di mobilità causata dai rallentamenti della circolazione e dallo svolgimento delle operazioni di sgombero neve, interruzione di fornitura di servizi (energia elettrica, telefonia fissa ecc.) per danni alle linee aeree di distribuzione dovuti al sovraccarico della neve, isolamento temporaneo di frazioni, case sparse, interi Comuni, cedimenti delle coperture di edifici e capannoni, danni alle coltivazioni.
Al fine di far fronte a questa tipologia di rischio è necessario pertanto:
- individuare i tratti stradali e le zone più sensibili in relazione al fenomeno;
- individuare i servizi essenziali comunque da garantire (viabilità e punti strategici, energia elettrica, gas, acquedotto, collegamenti telefonici, strutture sanitarie, edifici pubblici, scuole ecc.);
- individuare situazioni particolari (presenza di diversamente abili, anziani, persone residenti in containers o abitazioni isolate, ecc.);
- organizzare uomini e mezzi per predisporre le misure preventive, stabilire le modalità di attivazione ed intervento a seguito delle segnalazioni di emergenza;
- individuare itinerari alternativi in relazione a situazioni di chiusura al traffico di tratti stradali fortemente innevati.
In tale contesto è competenza degli enti proprietari o gestori delle infrastrutture di trasporto garantire la fruizione in sicurezza delle vie di comunicazione, allo stesso modo è competenza degli enti gestori dei servizi essenziali garantirli anche in caso di nevicate e gelate.
Quando i fenomeni suddetti, per estensione, impatto o durata possono influire negativamente sulla transitabilità delle strade con possibile isolamento di centri abitati e interruzione dell’erogazione di servizi essenziali, è necessario un intervento di protezione civile non ordinario con la partecipazione integrata di enti e impiego di risorse straordinarie.

Al fine di gestire questo tipo di evento al meglio, devono essere condotte specifiche attività relative al rischio neve, da parte dei soggetti competenti a vari livelli e le misure di assistenza e informazione alla popolazione. L'attivazione delle relative attività è disposta ogni volta che si rilevi l'insorgere di eventi climatici significativi (andamento della temperatura, durata della precipitazione, tipologia di neve, spessore dello strato ecc.) o venga comunicato attraverso i bollettini meteo il possibile verificarsi di precipitazioni nevose o gelate.
Il Sistema di Allertamento nel caso di rischio neve/ghiaccio prevede la diffusione da parte del Centro Funzionale Del Molise di un Avviso di Avverse Condizioni Meteorologiche e/o Avviso di Allerta, con previsione di neve, neve a bassa quota, ghiaccio.
In dettaglio, la fase di sorveglianza per il rischio neve/ghiaccio viene attivata quando le previsioni meteorologiche riferite alle successive 24-48 ore, indichino  la possibilità di precipitazioni nevose con accumuli al suolo fino a generalmente moderate, a seguito anche dell’emissione dell’Avviso di Condizione meteorologiche avverse con previsione di neve/ghiaccio.
La fase di attenzione per il rischio neve/ghiaccio viene attivata quando le previsioni meteorologiche riferite alle successive 24-48 ore, indichino elevate probabilità di intense nevicate interessanti l’area comunale, a seguito, pertanto dell’emissione dell’Avviso di Avverse Condizioni Meteo e contestuale Avviso di CODICE ARANCIONE / CRITICITÀ MODERATA;
La fase di preallarme si attiva quando sono attesi accumuli di neve fino al livello del mare e presenza diffusa di ghiaccio sulla rete stradale, a seguito dell’Avviso di CODICE ROSSO/CRITICITÀ ELEVATA o al verificarsi di un evento con CODICE ARANCIONE/CRITICITÀ MODERATA.
La fase di allarme viene attivata in caso di evento improvviso o al verificarsi di gravi disagi alla popolazione (difficoltà di circolazione, presenza di popolazione bloccata lungo le direttrici viarie, difficoltà di uscire dalle abitazioni, pericolo di valanghe, disalimentazione elettrica, isolamento telefonico etc…). Affrontare questo rischio in modo efficace, significa riuscire ad allertare tempestivamente uomini e mezzi in modo da ridurre al minimo il disagio dell’utenza e garantire tutti i servizi essenziali.